post

Previsioni a Napoli: il meteo

Napoli, città del sole.

Un tempo quando si parlava di Napoli si usava dire che la città era rappresentata dalla pizza, dal mandolino e dal sole. Purtroppo di quest’ultimo è da un po’ che se ne vede sempre meno. Le perturbazioni atmosferiche che si sono susseguite già dall’anno scorso hanno portato sulla città del Vesuvio acqua, vento ed ultimamente anche neve.

Per fortuna i suoi abitanti non sono mai stati presi ala sprovvista dal mutare degli eventi. Il servizio meteo offerto da Sky si è rivelato un’ottimo strumento premonitore utilizzato di frequente da migliaia di persone in Campania, sia per informazioni personali che per motivi professionali.

Il Servizio meteo di Sky in Campania.

Il servizio meteo offerto da Sky è disponibile all’indirizzo meteo.sky.it ed è visibile per gli abbonati Sky anche dal televisore attraverso il programma Sky Meteo 24 alla pagina 501 del canale satellitare. In entrambi i casi l’utente ha la possibilità di avere informazioni sempre aggiornate ed approfondite sull’andamento meteo napoletano e della sua provincia. Studenti, casalinghe, lavoratori ed aziende dei diversi settori professionali merceologici attingono quotidianamente alle informazioni fornite dal servizio meteo di Sky prima di programmare la loro giornata oppure il lavoro quotidiano.

Dalla pagina internet dedicata al meteo l’utente può prendere visone anche della temperature indicate e percepite, delle previsioni temporalesche, del tasso di umidità, della velocità e direzione del vento e tante altre specifiche notizie riguardo le previsioni meteo della giornata. E’ possibile anche cliccare sulla città o paese interessato ed avere così una previsione personalizzata nell’arco dell’intera giornata.

previsioni-meteo
Importanza delle previsioni meteo

Le previsioni meteo hanno un’importanza fondamentale, in tutto il mondo, sia dal punto di vista dello svolgimento delle normali attività quotidiane che lavorative. Gli elevati livelli tecnologici di previsione consentono ormai di sapere anche con largo anticipo come sarà il tempo, prevenendo così eventuali catastrofi naturali ovvero dando modo alle aziende turistiche di organizzare meglio la stagione lavorativa. Lo sviluppo tecnologico delle previsioni ha anche consentito un incremento lavorativo di notevoli dimensioni. La costruzione di apposite stazioni meteo e di sistemi di rilevamento satellitare hanno generato migliaia di lavoratori, operai specializzati, tecnici e professionisti da impiegare costantemente anche per il mantenimento el’aggiornamento dei servizi offerti.

Senza ombra di dubbio l’attuale generazione trae un enorme vantaggio dalle previsioni meteo offerte dal canale satellitare Sky. Un tempo bisognava attendere molto per sapere il tempo nelle prossime ore e spesso succedeva che alcune previsioni non fossero come ipotizzato. Oggi invece è difficile che una previsione meteo venga disattesa. La precisione è quasi matematica e riguarda sia quelle a breve che a lungo termine. I cittadini campani sanno bene che prima di partire per un viaggio, breve o lungo, di organizzare una gita al mare o in montagna ed anche se vogliono stendere i panni devono consultare l’indirizzo meteo.sky.it /meteo/previsioni/mare/campania/napoli/ e certamente non dovranno mai più cambiare i loro programmi giornalieri.

 

post

Disdetta Mediaset Premium: spiegazioni e chiarimenti

Disdetta Mediaset Premium: ecco come uscire dal contratto

Chi sottoscrive un abbonamento a Mediaset Premium deve conoscere le modalità per uscire dal contratto nel momento in cui non si vuole più usufruire del servizio. Prima di fare ogni disdetta, bisogna conoscere il regolamento Mediaset Premium e, quindi, le leggi che regolano l’uscita dal contratto.

Solitamente, i contratti sottoscritti con Premium hanno la durata di un anno. Ebbene, per fare la disdetta poco prima della fine dei dodici mesi è sufficiente scaricare il modulo che si trova su Internet e che prende il nome di ‘Disdetta contratto a scadenza’. Basta stampare il modulo, compilarlo in tutte le sue parti ed inviarlo tramite raccomandata A/R all’indirizzo indicato nel modulo stesso.

È fondamentale fare attenzione ai dati che si inseriscono, in particolare quelli relativi al contratto di abbonamento. Nel caso in cui sia stato sottoscritto un contratto di noleggio è disponibile il modulo di recesso dal titolo ‘Disdetta contratto di noleggio a scadenza’.

Ci sono altre informazioni da conoscere. Esiste, infatti, la possibilità di disdire il contratto anche prima che lo stesso scada. Per fare ciò basta compilare ed inviare il modulo ‘Recesso oltre 14 giorni dalla stipulazione’. La legge, però, dà agli utenti un’altra opportunità, ovvero quella di uscire da un contratto nei giorni immediatamente successivi al momento in cui lo stesso è stato stipulato. Per fare ciò basta utilizzare il modulo ‘Recesso entro 14 giorni dalla stipulazione’. Idem per i contratti di noleggio.

Disdetta Mediaset Premium: ecco cosa inserire nei moduli

dove trovare il modulo disdetta mediaset premiumI moduli di disdetta Mediaset Premium sono disponibili su Internet. Basta scrivere sui motori di ricerca ‘Modulo disdetta Mediaset Premium‘, tra i risultati compariranno anche i moduli di Mediaset Premium scaricabili gratuitamente e stampabili per poi compilarli a mano e spedirli.

Prima di inviare il modulo, però, è bene inserire alcuni dati personali e alcune informazioni relative al contratto Mediaset Premium. In alto a destra, bisogna inserire il codice contratto. Se l’utente non dovesse ricordarlo a memoria può fare l’accesso all’area utente del sito Mediaset Premium oppure può recuperare una delle fatture inviate da Premium (sia elettronica che cartacea) dove compare sempre il codice contratto.

L’utente intestatario dell’abbonamento deve inserire nome e cognome, codice fiscale, sesso, data e luogo di nascita, residenza, numero di telefono cellulare, indirizzo di posta elettronica e la data esatta del giorno in cui è stato stipulato il contratto. Anche in tal caso, basta prendere una fattura oppure fare il login su Premium per trovare tali informazioni.

Infine, è necessario apporre la firma sul documento e inserire la data relativa al giorno in cui si invia il modulo. Al fine di contribuire al miglioramento del servizio, Mediaset Premium dà agli utenti la possibilità di indicare in due righe le motivazioni che li hanno spinti ad optare per la richiesta di disdetta. Dopo aver compilato il modulo in tutti i suoi campi basta recarsi in un ufficio postale ed inviare la richiesta tramite raccomandata A/R all’indirizzo che compare nel modulo stesso.

post

Premier league: il suo percorso storico

La premier league rappresenta il più importante campionato calcistico inglese, ed è uno dei piùì importanti tornei calcistici mondiali. Nel corso degli anni sono stati tanti gli eventi che lo hanno caratterizzato, tante le squadre che ne hanno scritto la storia. Ecco un’ampia panoramica sulle vicende che riguardano questa competizione.

Premier League: le origini.

La premier league nasce nel 1992, dopo che alcune società hanno abbandonato il vecchio campionato chiamato First Division (campionato creato nel 1888 e durato appunto fino al 1992), e prevedeva la presenza di 22 squadre, successivamente ridotto a 20. E’ uno dei primi campionati che da sempre ha dato importanza all’aspetto del marketing, infatti ha sempre scelto un main sponsor che affiancasse il nome originale di Premier League.

Questa competizione è stato anche teatro di tantissime vicende violente, provocate dagli atteggiamenti assurdi degli “hooligans”, ma grazie alle riforme approvate, alla fine degli anni 80′ il calcio inglese ha assunto una dimensione tutta nuova, con stadi nuovissimi e moderni, e tifosi violenti puniti in modo istantaneo dalla giustizia inglese, in questo modo il calcio britannico è diventato un modello per tutta Europa. Tra le squadre che hanno trionfato più volte nella Premier League c’è il Manchester United. Ma vediamo in dettaglio le squadre che hanno ottenuto i maggiori trionfi.
emozioni di premier league

Le squadre che hanno vinto più volte la premier league.

Tra le squadre che hanno vinto per il maggior numero di volte la premier league, c’è il Manchester United. I red-devils hanno ottenuto ben 13 trionfi, tutti conseguiti sotto la guida della leggenda Alex Ferguson. Dietro allo United si piazzano Arsenal e Chelsea. I gunners hanno vinto per 3 volte il campionato, mentre i blues lo hanno vinto quattro volte. Una squadra che negli ultimi anni ha ottenuto il trionfo è il Manchester City: la squadra guidata dallo sceicco Mansur ha vinto due volte negli ultimi tre anni. Proprio l’entrata di proprietari stranieri nel calcio inglese, ha riscritto le gerarchie del passato, andiamo a vedere alcuni esempi.

La storia della Premier League rivoluzionata dall’arrivo di imprenditori stranieri.

Il campionato inglese è forse il miglior campionato al mondo, ed è per questo che tantissimi imprenditori stranieri sono andati a comprare una squadra di calcio inglese. Il primo imprenditore miliardario che è diventato famoso per aver acquistato una squadra d’oltre manica, nel 2003, fù Roman Abramovhcih che andò a comprare il Chelsea.

Il miliardario russo ha riscritto la storia del club: prima di lui infatti la squadra di Londra aveva vinto un solo campionato, nel 1954. Con gli acquisti miliardari di Abramovich invece il Chelsea non solo ha vinto ben tre campionati negli ultimi dieci anni, ma ha vinto addirittura la Champions League. Un altra società che ha riscritto la storia grazie ad un proprietario straniero è il Manchester City.

Nel 2008 lo sceicco Mansur compra la società, e se prima il City era sempre stato preso in giro dai cugini dello United, gli acquisti faraoinici dell’arabo lo rendono uno dei team più forti d’Europa, ottiene titoli a ripetizione, comprese due Premier negli ultimi tre anni, coppe d’inghilterra, coppe di lega, e soprattutto una grandissima vittoria per 6 a 1 ottenuta nel 2011 contro il Manchester United, di sicuro la gioia più grande per i tifosi del City.