Esistono varie tipologie di parquet e quello in legno massello è ricavato dal ‘cuore’ dell’albero e non subisce nessun trattamento.
Il parquet in legno prefinito, invece, è composto da un insieme di strati di minimo 2 mm di spessore.

Questi listoni sono formati da materiali più ‘poveri’ come l’essenza di abete e sono ricoperti da uno strato di essenza pregiata come quella delle conifere.
Questi listoni al contrario di quelli in legno massello, vengono verniciati e levigati in fase di produzione.

La ditta di Scarpa Alessandro parquet, offre una vasta gamma di parquet a Padova e gli installatori saranno in grado di effettuare una posa con le varie metodiche che richiede ogni singola pavimentazione.

La posa del parquet in legno massello richiede dei tempi abbastanza lunghi prima di poter essere posato e si parla anche di 20 giorni.
Il parquet prefinito, invece, può essere posato anche nello stesso giorno, proprio perché trattato già dalle aziende produttrici.

Il risultato estetico è perfetto in entrambe i casi ma nelle abitazioni di nuova costruzione, è meglio posare il parquet in legno massello perché il tempo di posa è più lungo e si può tranquillamente aspettare senza causare disagio agli abitanti.

Il parquet prefinito, invece, è utilissimo laddove si voglia ristrutturare in tempi brevi la pavimentazione, visto che può essere incollato anche sul pavimento già esistente.
Inoltre, i listoni possono essere recuperati e trasportati in altre location, come potrebbe capitare ai locatari

Tipologie di posa in opera del parquet a Padova

Metodiche diverse e risultati perfetti

La posa del parquet a Padova può avvenire con differenti metodiche e quella dell’incollaggio è più indicata per i listoni prefiniti.
I listoni vengono incollati al sottofondo adeguatamente preparato con un ‘tappetino’ che viene messo tra la superficie ed il parquet per consentire un buon livellamento.
La scelta della geometria influisce molto sul risultato finale e vanno valutati tagli e misure creando corsie orizzontali o verticali che solo mani sapienti possono effettuare.

parquet-padovaGli elementi lignei vanno cosparsi di collante con una spatola e poi posati sulla superficie.
Se gli installatori decidono che sia meglio applicare la posa flottante o ‘gallegiante’, poggeranno i listoni sulla superficie livellata, incastrando il parquet e avvalendosi di colla vinilica.

Lo strato fonoassorbente crea l’aderenza giusta tra la superficie e i listoni e di soliti i parquettisti utilizzano un materassino di feltro di 2 mm di spessore.

Il parquet a Padova in legno massello è uno dei preferiti

La naturale bellezza del legno

Da sempre, il parquet in legno massello è il prediletto da coloro che vogliono far posare il parquet a Padova.

Quelle che potrebbero essere considerate delle imperfezioni, non sono altro che grandi pregi di un legno che subisce nessun trattamento.
I listoni si presentano allo stato grezzo perché sono ricavati dal ‘cuore’ dell’albero, ossia dalla parte più resistente e non vengono deturpati da sostanze chimiche ne da lavorazioni che possano alterarne la bellezza.

Piccole fessure, nodi e minuscole crepe rappresentano la naturalezza del legno con tutte le caratteristiche morfologiche dell’essenza.
Chi vuole ottenere un parquet a Padova dall’innato pregio, può optare per questi listoni che vengono solo segati e piallati e poi trattati direttamente sul posto di installazione.

Il parquet di questo tipo è quello pregiato per eccellenza ed impreziosisce gli ambienti in modo impeccabile.
Inoltre, non bisogna dimenticare che è

  • elastico
  • durevole
  • resistente ed isolante

Un altro degli aspetti che rendono questo parquet di pregio, è l’igroscopicità che permette ai listoni di assorbire umidità e di rilasciarla al momento opportuno.In questo modo, gli ambienti abitativi avranno un clima equilibrato e soprattutto sano.