Gli specialisti in mastoplastica a Firenze

La mastoplastica additiva di cosa si tratta

 

Si tratta di un particolare tipo di intervento di chirurgia plastica (conosciuto anche come intervento di ingrandimento del seno); oggi rappresenta uno degli interventi più richiesti al pari della liposuzione.

In poche parole la finalità principale di tale intervento risponde ad una semplice esigenza di tipo estetico, che è quella di ottenere un aumento delle dimensioni del seno ritenuto troppo piccolo rispetto all’immagine del corpo generale o desiderata.

La tecnica è stata sperimentata per la prima volta circa un secolo fa, il primo intervento risale addirittura al 1895, secondo una recente statistica negli ultimi anni si è registrato un aumento di interventi pari al 300%.

 

Le protesi al seno utilizzate a Firenze

 

Oggi la maggior parte degli interventi si attuano mediante l’inserimento di protesi, cosiddette protesi mammarie, esse realizzate in silicone, mentre il loro contenuto interno può variare, le più apprezzate sono quelle il cui contenuto è in gel coesivo in silicone, perché risultano più resistenti, ne esistono di tutte le dimensioni e di tutte le forme.

Un’alternativa alle protesi in gel, può essere quella delle protesi di acqua salina, il vantaggio di queste è che vi sarà un maggiore assorbimento del contenuto in caso di rottura, mentre lo svantaggio sta nel risultato meno naturale.

Una terza alternativa è quella delle protesi a base di idrogel, che però comporta più effetti negativi per il nostro organismo.

 

L’intervento  nella clinica specializzata

 

L’apertura cutanea va dai 4-7 centimetri di lunghezza e si troverà nella maggior parte dei casi sul margine dell’areola, in alcuni casi anche a livello dell’ascella. Attraverso l’apertura che consiste in una incisione viene elaborata la parte nella quale sarà inserita successivamente la protesi, una volta che la stessa è stata posizionata, prima della chiusura del tratto interessato, vengono introdotti dei drenaggi per far defluire sangue e siero.

Conclusasi la fase operatoria, che dura in media un’ora e si fa in anestesia locale, nella fase post-operatoria i drenaggi resteranno attivi per circa 24 – 36 ore.

Una settimana prima del giorno fissato per l’operazione e fino a tale, è sconsigliato non fumare, ne bere alcol e non prendere medicinali, se non espressamente indicati dal chirurgo, in ogni caso sono da evitare le aspirine perché comportano un notevole sanguinamento.

 

Rischi possibili derivanti dalla mastoplastica additiva

 

Pur essendo oggi l’intevento di mastoplastica additiva sicuro, non mancano rischi o complicanze che si possono verificare dopo l’intervento: comparsa di ematomi o infezioni alle mammelle o zone limitrofe, dolore cronico anche a distanza di sei mesi e un anno dall’intervento, cicatrici, cancro alla mammella.

In ogni caso i requisiti che possono determinare una discreta riuscita dell’intevento sono: tecnica chirurgica che più possa adattarsi alla situazione anatomica soggettiva; qualità delle protesi; esatto collocamento delle protesi.

I vantaggi sono un aumento della propria autostima, femminilità, correzioni di eventuali difetti del seno.

I costi dell’operazione di mastoplastica additiva a Firenze

 

Non esiste un prezzo fisso, esso varia e viene di solito concordato per ogni singola operazione, il costo finale dell’intervento viene deciso solo dopo la visita preliminare con il medico, in ogni caso il costo dell’intervento di mastoplastica additiva comprende anche le protesi, in media ci vogliono comunque almeno 5/6 mila euro per l’operazione. Richiedi maggiori info per il tuo intervento di mastoplastica additiva a Firenze.