franchising

Aprire un Franchising può rivelarsi una delle scelte vincenti in campo d’imprenditoria. Avviare un negozio infatti al giorno d’oggi, può rivelarsi davvero un’ “impresa” ardua da sostenere.

 

Vantaggi e svantaggi di un Franchising

Aprire un’attività in Franchising significa avere la garanzia del marchio cui ci si lega, quindi rischi d’impresa minori, ma ha, ovviamente, gli stessi (o quasi) svantaggi di un’attività commerciale “normale”: costi di gestione del locale, spese varie, retribuzione dipendenti etc.

 

Che cos’è un Franchising

Un Franchising è una cosiddetta “affiliazione commerciale“, in termini semplici una formula di collaborazione fra un’azienda, con un marchio consolidato (franchisor) e un imprenditore (franchisee) che aderisce alla formula.

 

Quale Franchising?

I settori in cui aprire un Franchising sono vari e variegati: dai libri ai supermarket, all’abbigliamento, ai distributori automatici, alle lavanderie, alle gelaterie… Il suggerimento che vi diamo è quello di puntare sul low cost o sul bio: perché non aprire un mercatino dell’usato?

 

Il mercatino dell’usato

“Riciclo” è la parola d’ordine, ossia: il cliente porta i suoi oggetti usati, voi li rivendete ad un prezzo concordato e vi dividete il guadagno. Certo bisognerà, come in tutte le attività, tenere conto dei costi di gestione del locale, della retribuzione dipendenti e spese accessorie varie come accade per una normale attività, con la differenza che nel Franchising Mercatino, ad esempio, sono loro (i franchisors) ad indicarvi la corretta ubicazione e metratura del locale in base al numero di abitanti del centro urbano in cui intendete investire. Ci saranno poi incontri periodici con i supervisori, che si assicureranno che tutto stia “filando liscio” (nel senso buono della locuzione). E’ una soluzione che, in questi tempi di crisi, può rappresentare un’opportunità ghiotta di guadagno, visti gli irrisori prezzi della merce che andrete a vendere (essendo merce usata, varrà circa la metà di quanto il cliente l’ha originariamente pagata).

 

Prodotti biologici: una scelta vincente

Perché non aprire invece un negozio di prodotti biologici in franchising? Ce ne sono diversi, da Arcadia a Berryland, passando per l’Isola Verde e Health Company, NaturPlus, per citarne alcuni. Ognuno di loro prevede diversi costi di affiliazione, per cui bisognerà contattare il franchisor più adatto alle nostre esigenze. Il biologico è un settore in forte crescita: chi compra è sempre più attento alla qualità e alla provenienza del prodotto, che siano alimentari ma anche prodotti e oggetti per la casa. Sarà necessario un locale ubicato possibilmente al centro di una città/paese e che non vi sia molta concorrenza: in tal caso bisogna far attenzione a quale franchising affidarsi.